Lo chiamano il Gigante di Pietra,
ma è solo un bonario
Pastore della Natura

Il Fungo di Pietra

Nei pressi della frazione Borgo, sulla sponda di un meandro della Bormida di Spigno, si innalza il famoso “Fungo di Pietra” di Piana Crixia, una forma di erosione del tutto eccezionale per la Liguria e le zone circostanti. Forme analoghe si incontrano in alcune località alpine, dove l’erosione ha modellato antichi depositi morenici o fluvioglaciali, creando pittoresche piramidi di terra.
Il “Fungo”, alto una quindicina di metri, è formato da un gigantesco masso di roccia ofiolitica sorretto da una colonna di conglomerato (roccia sedimentaria costituita da ciottoli di varie dimensioni, cementati da materiale più fine). Il masso ha protetto dal dilavamento la porzione di conglomerato sottostante mentre tutt’intorno il terreno veniva progressivamente asportato dall’erosione.
Sembra impossibile che l’alta colonna di ciottoli cementati possa reggere il peso del gigantesco masso sommitale, ma occorre tenere presente che il conglomerato è una roccia molto più solida di quanto faccia pensare il suo aspetto detritico.
L’erosione, tuttavia, continua tuttora e opera un lento, incessante asporto di materiale, per cui, in un futuro più o meno lontano, il masso è destinato a crollare e la colonna di conglomerato, non più protetta, verrà progressivamente smantellata dal dilavamento dell’acqua piovana.

Le Leggende intorno al Fungo di Pietra

La Croce sul Fungo e l'Olio Guaritore
Piana Crixia - Il Fungo di Pietra - Notte - Foto di Riccardo Massino

Si stima essere un Grande Vecchio di 35 milioni di anni, ma la leggenda vuole che sia stato modellato dalla furia del Diluvio Universale.
Il Fungo porta un segno a forma di croce sul suo cappello, proprio dal lato che guarda verso la valle.
Si racconta che dalla croce sgorgasse olio con cui venivano curati i malati e alimentata la lampada del Santissimo della chiesa parrocchiale.
Un giorno però, un contadino raccolse l’olio al fine di guarire la propria scrofa. Fu allora che il Fungo di Pietra smise di produrre l’unguento per il genere umano. 

Piana Crixia - Il Fungo di Pietra visto dall'alto - Foto di Guido Vendemiati

Il Fungo e Napoleone - Cronaca di una guerra d'invidia

Piana Crixia - Verso il Fungo di Pietra - Foto di Riccardo Massino

Quando, nel 1796, Napoleone scese in Italia per contrastare gli Asburgo, sconfiggendo le truppe austriache e del Regno di Piemonte e Sardegna nelle vicine Montenotte e Millesimo e nell’adiacente comune di Dego.
Qui nasce un’altra leggenda, quella di un condottiero impossibilitato a portare con sé un’opera d’arte così immensa.
Ma nulla doveva rimanere in terra nemica e Napoleone fece schierare i cannoni contro il Fungo.
Proprio allora pare si alzasse una nebbia tanto fitta da costringere i francesi a rinunciare.

Foto di Riccardo Massino

Visitatelo, sembrerà non curarsi di voi, intento a vegliare la sua Valle e la sua Bormida.
Visitatelo, in realtà vi saprà donare molto da portare con Voi nel prosieguo del cammino.

Foto di Barbara Fraccaro

Il Sentiero Verso il Fungo

Sentiero 3

Powered by Wikiloc
Spread the love